mercoledì 26 dicembre 2018

sono bello come l’alba nella campagna
una goccia di mattino che si sveglia
mi stiro e mi stacco dal letto di foglia
e inizio a cadere

tempesta di suoni mi deforma di continuo
il cielo e la terra si scambiano di continuo
mi apro completamente e abbraccio la vita
sembra infinita

un intruso nasconde la luce
vedo me stesso trasparente che cado
non mi ero ancora visto fino ad ora
non mi immaginavo

il buio scompare e tutto ritorna
tempesta di suoni mi deforma
mi guardo intorno per sapere cos’era
e vedo una goccia straniera

io non la chiamo preferisco volare
ma lei mi raggiunge e si unisce a me
però la terra è così vicina
e tutto ritorna come era prima, di me