Dan e Vox - 004

Agente: "Che cosa state facendo?"

Guardo Dan, sono terrorizzato. Lui risponde al mio sguardo sottovoce

Dan: "Stai zitto!"

Mi afferra le braccia e mi costringe a togliere le mani dalle orecchie. Così l'aria ghiacciata mi entra dentro, e inizio a sentire una musica che copre tutto. Fisso la direzione del nero, dove ci sono l'agente e l'altra persona, circondati dal nero, che si avvicinano un passo dopo l'altro. L'agente è visibile nella sua forma perché indossa una divisa fluorescente, l'altra persona è un mistero.

Agente: "Dico a voi!"
Dan: "Agente! Stiamo guardando la tempesta"
Agente: "Come?"
Dan: "Stiamo guardando la tempesta!"

L'agente ha la sua luce e la punta contro di me. Mi da fastidio e cerco di bloccarla mettendo la mano davanti. Eccoli, sono qui, sono arrivati, sono davanti a noi. L'agente adesso punta la sua luce in basso. Io guardo in basso e cerco la torcia e spero di non trovarla.

Agente: "Siete quelli della baia?"
Dan: "Sì!"
Agente: "Sono Asi! Il capitano della zona!"
Dan: "Piacere! Sono Dan e questo è il mio amico Vox!"
Asi: "Salve Vox!"

Loro gridano ma faccio fatica a sentirli, però capisco cosa succede. Dan mi guarda e aspetta che io stringa la mano all'agente e lo saluti, ma sto tremando dal freddo e dalla paura e non riesco a muovermi.

Asi: "Si sente bene Vox?"

Dan risponde per me

Dan: "Lo scusi! E' rimasto scioccato!"
Asi: "Venite al comando! Vorrei raccogliere la vostra testimonianza!"
Dan: "Senz'altro!"

L'agente Asi si gira e se ne va. L'altra persona rimane ferma e mi guarda, è un ragazzo.

Asi: "Andiamo!"
Ragazzo: "Sì papà"

Si allontanano insieme. Li vedo salire in macchina, fare manovra, andarsene, e scomparire dopo la curva. Io scoppio in lacrime.

Dan: "Smettila di piangere Vox! Dobbiamo recuperare la torcia!"
Io: "Mi dispiace Dan, mi dispiace. Mi dispiace!"

Non riesco a smettere.

Dan: "Smettila cazzo! Aiutami a cercare la torcia!"









Massimiliano Silvestri